Furby e il successo degli anni 90

Era il 1998. Solo un anno prima il Tamagotchi aveva spopolato, conquistando milioni di bambini in tutto il mondo, ma aveva anche affascinato tantissimi adulti. Fu allora che Dave Hampton e Caleb Chung (futuro papà di Pleo), due inventori di giocattoli, pensarono a qualcosa che fosse molto più ‘vero’ di un animaletto fatto di pixel in uno schermo LCD, qualcosa che si potesse davvero accarezzare. Fu allora che nacque Furby, il primo electronic pet da accarezzare e accudire come un animale vero (o quasi). Furby proviene dall’incrocio delle parole ‘Fur’ e ‘Ball’, che vuol dire Palla di Pelo.

I primi esemplari di Furby avevano 24 nomi, tre diversi toni di voce, ed erano in grado di comunicare con più simili nelle vicinanze. Tra il 1998 e il 2001 sono uscite svariate generazioni di Furby, tutti con colori diversi e pattern di pelliccia differenti; alcuni di questi negli anni sono diventati molto rari e hanno raggiunto prezzi esorbitanti, come il Furby Angel, una delle edizioni limitate, oggi rarissimo, il cui costo si aggira sui 350 dollari.

Dopo il successo strepitoso di Furby, la Hasbro ha lanciato svariati personaggi con le stesse caratteristiche interattive: E.T. l’extraterrestre del famoso film di Spielberg, Gizmo, il tenero mogwai del fillm Gremlins, e Yoda. Nel 2001 ha creato inoltre il cugino diretto di Furby, ovvero Shelby. Prodotto da Tiger Electronics nel 2001, Shelby ha un vocabolario più ampio di Furby e può utilizzare fino a 1000 frasi diverse; cambia umore se messo a testa ingiù e diventa impertinente se lo si lascia da solo. Inedito in Europa, è il più ricercato tra i ‘parenti’ di Furby.

 

2 pensieri su “Furby e il successo degli anni 90

  1. Hi there! This article couldn’t be written much better! Looking through this article reminds me of my previous roommate! He always kept preaching about this. I’ll forward this
    post to him. Pretty sure he’s going to have a great read. Many thanks for sharing!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...